CIRCOLO "A. ARMINO"

Un'altra Palmi è possibile

10- COSTRUIRE L’OPPOSIZIONE

Circolo Politico-Culturale “A. Armino” -Palmi

 

 

Le gravissime deficienze dell’Amministrazione Gaudio non hanno impedito al centrodestra di riconquistare il governo di Palmi e di proseguire, di fatto cogli stessi partiti se non cogli stessi uomini, un’esperienza che si è rivelata quanto mai improduttiva e perniciosa per la nostra Città. È doveroso ora attendersi che nel centrosinistra, abbandonate le prime soddisfatte dichiarazioni di stampo ancora elettorale, si apra un dibattito per analizzare, senza indulgenze e senza impedimento alcuno, le cause della sconfitta.

Ancor più è opportuno aprire, da subito, il cantiere dell’opposizione. Spetta all’opposizione in Consiglio comunale, che abbiamo votato e sostenuto, di assumere l’iniziativa di ricollegare le forze politiche del centrosinistra per delineare insieme le strategie di un’efficace opposizione ad un’amministrazione che già nasce nel segno della lottizzazione degli incarichi, molto attenta al consenso elettorale e poco interessata alle effettive competenze degli incaricati. Abbiamo assistito, in questi ultimi giorni, a una raffica di nomine nelle società controllate, VINA e PPM. Chiediamo all’opposizione di esercitare la funzione di controllo che le è propria interrogando il Sindaco sul rispetto dei previsti requisiti di eleggibilità dei candidati selezionati e su eventuali incompatibilità pre-esistenti alla carica di consigliere di amministrazione.

In particolare, poi, per quanto attiene a PPM -stante i tagli della spesa già annunciati sia dal neo-Sindaco nella seduta inaugurale del Consiglio sia dall’Assessore al personale che ha chiamato a sacrifici amministratori, dipendenti e cittadini per salvare l’azienda -appare del tutto incoerente la rinuncia a nominare un amministratore unico, come pure previsto dallo Statuto della società, e a risparmiare per questa via trentamila euro di compensi spettanti ai due consiglieri designati.

Appare, inoltre, preoccupante la posizione assunta dal Sindaco in merito alla crescita e all’espansione del tessuto urbano nel contesto di realizzazione del PSC. La definizione degli strumenti che consentano di riqualificare e rigenerare il tessuto urbano non è più oltre dilazionabile ma non possiamo permettere che questa, da occasione di rilancio del turismo e dell’industria edilizia, si trasformi nel saccheggio del territorio da parte di potentati economici a nient’altro interessati che al profitto privato.

Noi abbiamo indicate, con chiarezza e fermezza, le ragioni del nostro dissenso dalle scelte fatte e, soprattutto, da quelle non compiute dalla coalizione di centrosinistra in campagna elettorale. Non diversamente, con pari determinazione, chiediamo oggi a chi crede possibile e necessaria un’alternativa di valori, di idee e di programmi al centrodestra di partecipare alla costruzione del cantiere dell’opposizione. Sappiamo che non poche, all’interno dei partiti dei centrosinistra, sono le persone che condividono con noi questa necessità e questa urgenza. Noi ci saremo.

Palmi, 16 giugno 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...