07- Incontro con Antonino Spadaro

logoarmino

La città metropolitana di Reggio Calabria, come quella delle altre 14 città italiane interessate dalla  riforma, entrerà in funzione il 1° gennaio del 2014. Il nuovo ente fu previsto per la prima volta dalla legge 8 giugno 1990, ma ha ricevuto nuovo impulso:

  • dalla riforma, nel 2001,  del titolo V della Costituzione, in particolare con la modifica dell’art.114 (La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Province, dalle Città metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato. I Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni sono enti autonomi con propri statuti, poteri e funzioni secondo i principi fissati dalla Costituzione);
  • dalla  legge n. 42 del 5 maggio 2009, con la quale il Governo fu delegato ad adottare entro 36 mesi dalla data di entrata in vigore della legge (entro il 21 maggio 2012) un decreto legislativo per l’istituzione delle città metropolitane;

e, soprattutto,

  • dall’approvazione della legge 7 agosto 2012 n.135, cosiddetta spending review, nella quale vengono stabiliti gli organi elettivi, le funzioni amministrative, le risorse umane e strumentali della città metropolitana.

L’istituzione delle Città metropolitana è contestuale alla soppressione delle  province del relativo territorio, fermo  restando il potere dei comuni interessati di deliberare  l’adesione  a una provincia limitrofa.

Alla data di entrata in vigore della legge di  conversione è istituita,  senza  oneri  aggiuntivi  per  la  finanza pubblica, la Conferenza metropolitana della quale fanno parte i sindaci dei comuni del territorio ed il presidente della provincia, con il compito di elaborare e  deliberare lo statuto della città metropolitana,  entro  il  novantesimo  giorno  antecedente alla scadenza del mandato del presidente della  provincia.

La trasformazione della Provincia di Reggio Calabria e la contestuale istituzione dell’omonima Città Metropolitana è stata tuttavia sospesa, in quanto il Comune capoluogo (il cui sindaco, in sede di istituzione della Città Metropolitana, dovrà anche assumere l’incarico di primo Sindaco Metropolitano in attesa dell’approvazione del nuovo Statuto metropolitano) nell’ottobre 2012 è stato sciolto per infiltrazioni mafiose ex art. 143 d.lgs. 267/2000 ed è stato commissariato. Pertanto, l’istituzione della Città Metropolitana di Reggio Calabria è rimandata a 90 giorni dopo le nuove elezioni comunali del capoluogo.

Come si vede un processo di radicale trasformazione della geografia politico-amministrativa è stato messo in moto e, certo, molto inciderà anche sul futuro di Palmi, in termini di rischi per la sua autonomia ma anche di opportunità in un contesto di maggiore ampiezza e complessità.

Per tutte queste ragioni e, con l’obiettivo di avviare un’approfondita discussione in tutto il reggino, il professor Antonino Spadaro ha fondato un’associazione che si occupa di partecipazione politica e città metropolitana. Chi è interessato a questa iniziativa può scrivere all’indirizzo: lascintilla.rc@gmail.com

Palmi 31/01/2013- Pino Ippolito Armino- Coordinatore Circolo A. Armino

_______________________________________________

incontrospadaro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...