Non siamo sorpresi

Il nostro mare, si legge sulla prima pagina di un quotidiano locale, è avvelenato dagli scarichi inquinanti. Dovremmo essere sorpresi? Noi non possiamo esserlo. Tre anni fa, era il 2 settembre 2019, in sede di approvazione del rinnovo della convenzione con la società IAM (Iniziative Ambientali Meridionali) per il servizio di trattamento delle acque reflue, il nostro consigliere oggi candidato a sindaco, Pino Ippolito Armino, votando contro metteva in evidenza il paradosso di un servizio che non solo è pagato forfettariamente, cioè senza neppure tenere conto della reale quantità di acque addotte alla depurazione, ma è fuori da ogni controllo. Sei giorni dopo, l’8 settembre, in Villa comunale mostravamo dinanzi a un folto pubblico l’esito di una nostra ricerca sulla qualità delle acque marine denunciando lo sversamento in mare di circa mezzo milione di metri cubi all’anno di acque non trattate e la necessità di un severo controllo sul servizio affidato alla IAM. Lo stesso giorno presentavamo un formale esposto, per il tramite dei Carabinieri, alla Procura della Repubblica di Palmi. Del successivo 10 settembre è il manifesto, qui allegato, che riproduce una sintesi delle nostre osservazioni e delle nostre richieste. Non era del resto la prima volta che il Circolo Armino interveniva per deplorare la gravissima situazione del mare. In Consiglio comunale eravamo già intervenuti con interpellanze il 15 novembre 2017, il 18 giugno, il 31 luglio e il 18 settembre 2018 e ancora il 5 marzo 2019. Più che sorpresi, dunque, siamo amareggiati e indignati per non essere stati sin qui ascoltati.


Palmi, 25 maggio 2022

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...