Anche Matteo Renzi ha fatto cose buone

Da qualche anno, grazie a Matteo Renzi, bisogna pur dirlo, l’estrema punta meridionale d’Italia non è più una provincia e quegli abitanti non sono più provinciali. Me-tro-po-li-ta-ni .. sissignore, siamo metropolitani! Da Rosarno a Palizzi, da Motta san Giovanni a Monasterace, da un mare all’altro, per il diritto e per il rovescio, da Montalto a Prateria, da sud a nord lungo la dorsale appenninica, si stende ora la Città Metropolitana di Reggio Calabria. Una sola grande città con un sistema di trasporti, un servizio sanitario e scolastico, che non hanno eguali in tutta la Penisola (ditemi se non è vero!). Una sola grande città con un solo grande Sindaco, per comodità di tutti votato una sola volta a Reggio, i cui abitanti sono da soli un terzo di tutti i metropolitani e sono pertanto in grado di garantire per i restanti due terzi. Il legislatore, ancora lui, Matteo Renzi, ha saggiamente voluto che il Sindaco Metropolitano si avvalesse dell’operosa collaborazione di 14 consiglieri eletti, anche qui per comodità di tutti, da e tra gli amministratori dei 97 ex comuni che facevano parte della ex provincia prima della Grande Riforma che ha fatto nascere la Grandissima Reggio, quella Grande essendo già stata realizzata dal fascismo nel 1927 mettendo insieme tutto quel che c’era da Pellaro a Villa. Proprio ieri, incurante del Covid, si è svolta la grande festa della democrazia metropolitana. A Reggio, a Palmi, a Locri consiglieri e sindaci hanno potuto scegliere i loro, non proprio loro ma attraverso loro dei loro elettori, rappresentanti nel Consiglio Metropolitano, indicando, con l’esercizio di un voto ponderato per tenere conto dell’importanza demografica dei territori, un candidato in una delle quattro liste ammesse alle elezioni. Semplice, molto semplice. Come l’esito scontato dello scrutinio. Il Grande Sindaco Metropolitano dispone di una sicura maggioranza nel Gran Consiglio. Sarebbe stato, infatti, un guaio per la nostra democrazia se il sindaco votato da un terzo degli elettori metropolitani fosse andato in minoranza. Per fortuna tutto è bene quel che finisce bene. Non sarà mai abbastanza la gratitudine degli abitanti della Grande Città Metropolitana verso il Grande Matteo Renzi.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. erik gioffrè ha detto:

    Sti cazzi……eccezzionale Renzi. Mi sento proprio un nulla metropolitano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...