Il mare è inquinato e la colpa è in gran parte nostra

Comunicato stampa:

Grande interesse e grande partecipazione, ieri sera in Villa Mazzini a Palmi, per la manifestazione organizzata dal Circolo Armino sullo stato di salute del mare. Gli attivisti dell’Armino hanno mostrato le risultanze delle loro ricerche sull’inquinamento che da anni affligge le coste. La principale causa dell’inquinamento marino è da attribuire alle numerose disfunzioni del sistema fognario della città. Non una responsabilità isolata quanto la mala gestio di molte amministrazioni passate e di quella attualmente in carica hanno portato alla situazione attuale. È stato stimato che tra il 25% e il 30% di tutte le acque reflue prodotte dalla città non raggiungono l’impianto di trattamento della IAM, a Gioia Tauro, ma sono sversate più o meno direttamente in mare. Si tratta di 350/500 mila metri cubi all’anno di acque, con punte nei mesi estivi quando la popolazione raddoppia, che vanno a sporcare spiagge ed acque marine. Un intero quartiere a mare, come Scinà, è privo di collettori alla rete fognaria. Tre importanti stazioni di sollevamento da condotte secondarie a collettore principale – in località San Gaetano, Granatari e Sotto Macello – sono prive di alimentazione elettrica e, pertanto, non attive, con conseguente sversamento di fluidi inquinanti nei terreni circostanti. A Pignarelle, pur in un lungo periodo di siccità, un flusso imponente di acque miste percorre i fianchi delle colline che portano a mare; altri sversamenti in mare sono stati rilevati alla Tonnara con provenienza Taureana, alla Pietrosa dal sottopasso ferroviario, alla Marinella lungo il corso del torrente Miceli, nelle località di Murgià, Acqualive, Carminiello. Sono l’esito prevedibile di una cattiva o inesistente manutenzione della rete fognaria e degli impianti di sollevamento.

Abbiamo alle spalle una deludente stagione balneare, siamo in tempo per intervenire perché la prossima corrisponda alle nostre aspettative e a quelle di una città che vorremmo turistica. Abbiamo individuato i problemi ed elencato i rimedi, ora tocca a chi amministra la città dimostrare di volerlo fare.

Palmi, 9 settembre 2019        Circolo A. Armino

Le tavole esposte in Villa Mazzini in data 8/9/19
Queste sono le tre tavole che abbiamo esposto in Villa Mazzini l’otto settembre, nella manifestazione da noi organizzata per denunciare le cause che inquinano, in gran parte, il nostro mare. Ovviamente per avviare a soluzione questo annoso problema dobbiamo prima di tutto rimuovere e/o portare a soluzione ciò che dipende esclusivamente da noi e poi chiedere ai comuni viciniori (scarichi nel Petrace e nelle coste limitrofe) un comportamento corretto nello smaltimento sia delle acque reflue che delle immondizie. (cliccare sulle immagini per ingrandirle)

tavola 1 (3)tavola 2 (3)tavola 3 (3)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...