CIRCOLO "A. ARMINO"

Un'altra Palmi è possibile


Lascia un commento

Posts- agosto 2016

Post-agosto n.1- 12/8/2016

Azione Metropolitana, luglio 2016 (anno 3, n. 7)

amluglio2016

……………………………………….

Post-agosto n.2- 23/8/2016

Varia tutto l’anno – Gustavo Forca

Mi piace vedere la gente “viva” che partecipa con entusiasmo a qualcosa, che prende delle decisioni, che parteggia per qualcosa o qualcuno, che discute, che si diverte, che si emoziona, ecc ecc…vai


Lascia un commento

Dalla padella nella brace

logoarmino

Comunicato stampa del 2 agosto 2016

Il Consiglio comunale di Palmi ha deliberato. Sarà Concetta Maria Ciappina, prima dei non eletti del Popolo della Libertà, a subentrare al consigliere Gabriele Parisi, recentemente tratto agli arresti perché accusato di associazione mafiosa.

La signora Ciappina ha un passato da consigliere. Ha fatto parte, infatti, del Consiglio comunale di Seminara, sciolto perché condizionato dalla locale cosca mafiosa con Decreto del Presidente della Repubblica del 29 dicembre 2007. Già assessore nella precedente Giunta Marafioti, è stata la prima eletta della lista “Insieme per Seminara” che ha vinto ricandidando a sindaco lo stesso Antonio Marafioti. Qualche anno prima stessa sorte era toccata al coniuge, Andrea Vincenzo Savo. Nel decreto presidenziale 30 settembre 1991 di scioglimento del Consiglio di Seminara, Savo è indicato tra i consiglieri più compromessi, con numerose pendenze a suo carico e decaduto dalla carica di assessore a seguito di sentenza irrevocabile di condanna ad un anno e sei mesi di reclusione per favoreggiamento personale. Lo stesso Savo, come ha scritto il giornalista Agostino Pantano sul Corriere della Calabria del 16 maggio 2013, ha fatto campagna elettorale a favore di Barone ed è salito con lui sul palco dei comizi elettorali nel 2012.

Il “Sindaco delle sole persone perbene”, come si è autodefinito, la smetta dunque di abusare dell’intelligenza e della memoria dei suoi cittadini. Prenda atto che la Città sa e ha capito. Non ne può più di essere dileggiata e beffata. Pretende di essere amministrata con serietà, onestà e competenza. Il Sindaco – rinnoviamo l’appello – dia il buon esempio ai consiglieri, sia il primo a dimettersi nell’esclusivo interesse della Città.

Palmi, 2 agosto 2016                                          Circolo A. Armino

____________________________________________________

Riscontri nella stampa locale:

Quotidiano del 3/8/2016:”Circolo Armino getta ombre su Ciappina


Lascia un commento

I consiglieri di Palmi si dimettano tutti

logoarmino

comunicato stampa del 22 luglio 2016

Dobbiamo purtroppo costatare che il sindaco Barone non ha accolto il nostro invito a farsi da parte e chiudere così la sua stagione politica alla guida della Città. Ma il tempo stringe e Palmi rischia l’ignominia dello scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose. Un disonore che è ancora possibile evitare. Chiediamo ai consiglieri comunali tutti, in particolare a quelli delle opposizioni, un sussulto di dignità. Come può l’ex magistrato Boemi non sentire il peso della sua appartenenza a questo Consiglio comunale? Il Partito Democratico palmese, se esiste, batta un colpo. Non esiti a denunciare l’intreccio perverso di mafia e politica che l’inchiesta Alchemia ha messo a nudo e chieda al vice presidente del Consiglio regionale D’Agostino, accusato di intestazione fittizia con l’aggravante mafiosa, eletto con la lista “Oliverio Presidente”, di dimettersi per responsabilità etica e politica. Questo è il tempo in cui mostrare, nei fatti, che il PD ed i suoi alleati non fanno parte di quel partito trasversale che inchioda la nostra Regione ad una ragnatela di sordidi traffici. I consiglieri di Palmi diano in massa le dimissioni da un incarico che non possono più serenamente svolgere e mettano fine alla disastrosa esperienza che ha portato la nostra Città sull’orlo del baratro.

Palmi, 22 luglio 2016                                                       Circolo A. Armino

______________________________________________

Riscontri nei quotidiani locali

Gazzetta del Sud del 24/7/2016:”Il Circolo Armino attacca. Tutti i consiglieri a casa


Lascia un commento

Il sindaco Barone si faccia subito da parte

comunicato stampa del 20 luglio 2016

logoarmino

I continui abusi e la violazione delle norme sono stati una costante dell’Amministrazione comunale di Palmi, sin da quando a palazzo san Nicola si è insediata la maggioranza di centro destra guidata dal sindaco Barone. Ora, con l’arresto di Gabriele Parisi nell’ambito dell’inchiesta Alchemia condotta dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, il quadro ambientale che ha portato all’elezione del sindaco nel 2012 e che consente alla sua maggioranza di guidare la Città si va sempre meglio delineando. L’arresto del consigliere Parisi, accusato di complicità con la cosca mafiosa dei Parrello-Gagliostro, non è infatti che l’ultimo degli incresciosi episodi che la maggioranza messa in piedi da Barone ha dovuto subire in questi anni. Nel novembre del 2012¹ il vicesindaco Giuseppe Mattiani, mister preferenze con 387 voti personali, è costretto a lasciare l’incarico quando il padre ed il nonno, entrambi imprenditori, subiscono il sequestro dei beni perché accusati di favoreggiamento alla cosca dei Gallico. Due anni dopo è la volta di un altro assessore¹, Giuseppe Isola, arrestato e accusato di due distinti tentativi di concussione ai danni del Presidente dell’Associazione “Leonida”, che aveva ottenuto la gestione del Teatro all’aperto in località Motta, e del Presidente e Vice Presidente dell’Associazione “Full Forming”. Giovanni Barone non finga ancora una volta che non sia successo nulla. Parisi, dopo Mattiani, è stato il consigliere più votato del Popolo della Libertà. Senza l’apporto di queste preferenze Barone oggi non sarebbe verosimilmente il sindaco di Palmi. Le sue dimissioni sono un atto dovuto sia che ignorasse la qualità dei suoi imprescindibili alleati sia, a maggior ragione, che ne fosse pienamente consapevole. La sua ostinata permanenza a palazzo san Nicola, a dispetto di quel che capita, può solo sortire nuove umiliazioni alla sua, alla nostra Città. “Il sindaco delle sole persone perbene”, come si è autodefinito, abbia la dignità di farsi da parte prima di esser travolto e di travolgere con la sua caduta l’intera Città.

¹Errata corrige: Nel novembre del 2013 il vicesindaco Giuseppe Mattiani [..]  L’anno dopo è la volta di un altro assessore ..

Palmi, 20 luglio 2016              Circolo A. Armino

_____________________________________________________________

Alcuni dei riscontri nei quotidiani locali:

Gazzetta del Sud del 21/7/2016: “Il Circolo “Armino” a Barone: abbia la dignità di farsi da parte

 


Lascia un commento

Posts – luglio 2016

Post-luglio n.5-25/7/2016

Palmi 2016 di Pino Ippolito Armino

C’è stato un tempo nel quale potevamo cedere alla lusinga del confronto con le capitali del turismo estivo nazionale: Viareggio e Sanremo,…vai

palmi2016-2

 

..

 

Post-luglio n.3-15/7/2016

Palmi si prepara alla stagione estiva (4)

Nuovo posteggio a pagamento nell’ex lido Miami… vai

DSCF3063

 

..Post-luglio n.3-15/7/2016

Cosa non funziona?

Lo smaltimento dei rifiuti è sicuramente un problema di non facile soluzione…vai

DSCF3136

Post-luglio n.1-12/7/2016

“Complimenti! “di Vincenzo Squatriti

Complimenti all’Amministrazione comunale di Palmi (RC) che dopo lunghe ed estenuanti riunioni ha sciolto…vai

DSCF2938

……………………………………….

Post-luglio n.2-14/7/2016

Azione Metropolitana, giugno 2016 (anno 3- n.6)

……………………………………………….

amgiugno2016


Lascia un commento

Comunicato Stampa del 5/7/2016

logoarmino

Palmi: l’Amministrazione smonta il Comune

Con la delibera del 20 giugno scorso – fortemente voluta dal Sindaco, approvata dalla Giunta Comunale, invisa agli Uffici e avversata da tutte le sigle sindacali – a Palmi prende avvio l’operazione di demolizione della macchina comunale. A fine anno verranno posti in prepensionamento 6 lavoratori comunali (ai quali va, com’è naturale, il nostro miglior augurio). Nel caso in specie, tuttavia, questa operazione comporta, al fine del soddisfacimento dei vincoli normativi, la dichiarazione di eccedenza per ben 19 posti di lavoro che andranno definitivamente persi. Leggi tutto


2 commenti

Esposto alla Procura DDA di Reggio Calabria ed alla Commissione Parlamentare Antimafia

Esposto alla Procura DDA di Reggio Calabria ed alla Commissione Parlamentare Antimafia circa le dichiarazioni del sindaco di Palmi durante la seduta del 31 maggio u.s.

Premessa: Nel corso della seduta del Consiglio Comunale di Palmi del 31 maggio u.s., con all’ordine del giorno l’approvazione del Piano Strutturale, il Sindaco della Città, dott. Giovanni Barone, ha pubblicamente denunciato un via vai negli uffici regionali di persone poco raccomandabili, tra le quali risulterebbero finanche dei mafiosi, che avrebbero tentato di intervenire ed ostacolare le legittime deliberazioni dell’assemblea civica. Un fatto di gravità assoluta che non può essere sottaciuto. Tanto più in un contesto già così profondamente segnato da illegalità e da abusi. Il consigliere di minoranza Giuseppe Ranuccio ha chiesto al Sindaco di esporre i fatti di cui è a conoscenza. Lo chiediamo con forza anche noi. I cittadini di Palmi hanno diritto di sapere quali pressioni sono state esercitate e da chi sono state portate avanti. Per questo abbiamo inoltrato al dott. Cafiero de Raho, procuratore capo della DDA di Reggio di Calabria, e all’on. Rosy Bindi, presidente della Commissione parlamentare antimafia, (oltre che, per conoscenza, al Procuratore della Repubblica di Palmi, al Presidente della Regione Calabria, al Sindaco della Città Metropolitana e al Prefetto di Reggio) l’allegato esposto perché possano valutare la gravità dei fatti ed eventualmente intervenire per non lasciare nell’ombra i criminali che attentano alle libere istituzioni della Città.

Esposto:

 

Al Procuratore della Repubblica – D.D.A. di Reggio Calabria
Dott. Federico Cafiero de Raho

Alla Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia
On. Rosaria Bindi

e, p.c.,

Al Procuratore della Repubblica di Palmi
Dott. Ottavio Sferlazza

Al Presidente della Regione Calabria
On. Gerardo Mario Oliverio

Al Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria
Dott. Giuseppe Falcomatà

Al Prefetto di Reggio Calabria
Dott. Claudio Sammartino

Palmi, 16 giugno 2016

Oggetto: Segnalazione di notizie relative alle dichiarazioni del sindaco di Palmi nel corso della seduta del Consiglio Comunale del 31.5.2016.

Per opportuna conoscenza delle SS.LL., dobbiamo segnalare che a margine di una seduta del Consiglio Comunale del Comune di Palmi (RC), tenutosi in data 31.5.2016, con all’ordine del giorno l’approvazione del Piano Strutturale Comunale (PSC), il Sindaco della città, dott. Giovanni Barone, ha usato queste espressioni: “Tante volte c’è stato un via vai dell’Amministrazione negli uffici della Regione e della Provincia proprio per stimolare questi Uffici a darci delle risposte [..] ma quello che mi sorprende è che nessuno abbia notato un altro via va. Era il via vai degli anonimi, dei mazzettieri, dei falsari, dei mafiosi, dei delinquenti, dei colletti bianchi che andavano negli Uffici della Regione e della Provincia apprestandosi che queste cose non avvenissero”.

Durante la seduta nessuno è, peraltro, intervenuto né per chiedere al primo cittadino di specificare meglio le circostanze indicate né per invitarlo a riferire sul caso alle autorità di controllo preposte alle indagini. Delle dichiarazioni in parola, nel contesto del resoconto della seduta, è stato dato ampio risalto sulla stampa locale, con un clamoroso impatto sull’opinione pubblica palmese.

Tanto da noi viene rappresentato perché gli autorevoli Uffici in indirizzo possano valutare la gravità di quanto pubblicamente denunciato in una sede istituzionale da parte di un pubblico ufficiale.

Con i più distinti ossequi.

Circolo Politico-Culturale “A. Armino”

___________________________________________________________

Quotidiano del 18/6/2016: “Piano strutturale, esposto a pm e commissione antimafia

Gazzetta del Sud del 18/ 6/2016: “Psc, esposto all’Antimafia sulle accuse di Barone

Quotidiano del 19/6/2016: “Il Psc continua ad essere un mistero per la città

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 41 follower